Dalla parte dell’intellettuale
per la garanzia del diritto

A ciascuna gentile persona che lavora con l’intelligenza

Se un intellettuale di grande levatura come Armando Verdiglione, al di là della lettura che si voglia fare della sua teoria, è messo nelle condizioni di non svolgere con tranquillità l’opera di ricerca e di impresa culturale, ciò è senz’altro un cattivo segnale per la nazione e per la stessa Europa del diritto e della tolleranza.
Oggi chiunque si trovi a muoversi nell’ambito della novità e dell’invenzione ha da sentirsi preoccupato, ha da sentire messi in questione i principi fondamentali su cui si basa la convivenza libera e fattiva delle persone in un continente che ha dato tanto alla civiltà. E’ impossibile credersi estranei a quello che si può indicare ormai come ‘il caso Italia’. La nostra libertà di uomini della cultura, dell’arte, della poesia, dell’impresa intellettuale, è connessa indissolubilmente a tale caso.
Se qualcuno volesse poi nascondersi dietro la non condivisione delle idee dello psicanalista (o meglio cifrematico) per non sdegnarsi contro un’ingiustificata persecuzione, ricordiamo che non solo in caso di similarità ideale si difende la libertà di parola in un paese civile, tutt’altro!
Davanti al continuo stillicidio di controlli in un ambito così delicato della vita della società (come è avvenuto per la casa editrice Spirali e il movimento del Secondo Rinascimento) c’è ora da chiedersi: come continueremo a portare avanti i nostri itinerari differenti, i nostri dispositivi non conformisti, se lasciamo che ‘la barbarie dal volto umano’ si affermi anche presso di noi?

Roberto Corchia – scrittore
Biblioteca Salentina ‘Antonio Corchia’

Condividono questa iniziativa, tra gli altri :

Dario Stefàno – Assessore della Regione Puglia

Francesco Bruni – Consigliere della Provincia di Lecce

Luciano Cariddi – Sindaco della Città di Otranto

Corrado Sammarruco – Consigliere comunale di Otranto

Leonardo Salzetti – Consigliere comunale di Otranto

Livio Corchia – Presidente dell’Associazione Otranto-Nuovi Orizzonti

31 Dicembre 2011