Questo sogno di libertà che ci prende, con Foucault, questo pensare diverso rispetto al sapere configurato, muove da altri saperi e da piaceri altri, muove soprattutto da un corpo ritrovato che non ammette alcuna codificazione. … Sono queste le riflessioni relative alla conversazione settimanale del Raggio Verde di Otranto, tenuta questa sera.