Vai ai contenuti

IL RAGGIO VERDE

DI ROBERTO CORCHIA

Archivio

Tag: leggere

(…) è necessario allora che il cristianesimo si manifesti in tutta la sua forza, di esercizio dell’intelligenza profonda della realtà. Il cristianesimo non ha nulla a che vedere con l’irrazionalismo, con la rinuncia alla dignità della ragione che invece ha sempre esaltato; ma nello stesso tempo, questa ragione non va assolutizzata, essa va coniugata con il principio “amore”. E il Logos incarnato non è solo rivelazione della struttura intelligente del disegno originario del Creatore, ma è anche il Logos che si è incarnato per amore e che si è rivelato come il Dio che è amore. Dunque, intelligenza e amore sono inseparabili e dalla coniugazione di queste due componenti fondamentali della realtà della vocazione umana della rivelazione divina, può scaturire anche il dialogo più fecondo, l’evangelizzazione più autentica, il servizio all’uomo più pieno.

Mons. Bruno Forte sul discorso del Papa a Verona

Qualcosa si appaga, da qualche parte, inevitabilmente. Si tradisce in mille affioramenti una forza. Va verso una sorta di gloria ogni cosa. E non importano le situazioni, qui tutto è giusto – come per Edipo a Colono, come per Dostoevskij. Non c’è male ad avvenire. Gioisce la terra sotto il sole e la pioggia. Non evita nulla il tempo. E’ spreco di grazia … disperata – che sempre giunge, accade. Così ti stacchi dalla routine e ti trovi in un cielo che è narrazione (con Dante)… Le fate sono i desideri e quel che ci fa visita nel sonno. Indimenticato, seppure negato, ritorna componendo la scena. Di questo si è fatti, di creature leggere che non dormono. Rimangono in giro nel nostro riposo. Vivono la nostra vita su un altro piano. E Mendelssohn a descriverle, con il tocco dei fiati o degli archi. Ci parla di uno spazio più vasto dove non si escludono le voglie e prendono forma le inquietudini che abitano l’uomo. Allora l’orchestra incalza, come onde sono i suoni delle diverse sezioni. Colori di accordi, cangianti, salutano una vita che è nuova… E poi, poi bisogna uscire all’aperto.

(by r.c.)

Leggere Foucault

Nov 17
Senza categoria

Un’opera di assoggettamento dei corpi – questo l’impegno di tutte le organizzazioni umane. Inventare libertà nuove deve essere dunque lo sforzo di ogni intelligenza, per sottrarsi al gioco delle verità in cui si annida il potere.

Leggere Rovatti

Nov 10
Senza categoria

Iniziare a leggere e discutere Rovatti in pubblico è un’entusiasmante impresa. E proprio dalle pagine di questo autore avvio stasera la conversazione settimanale del Raggio Verde di Otranto. Pier Aldo Rovatti è fra i più importanti filosofi italiani e pensatore aperto al movimento intellettuale europeo – cosa non comune nell’intellighenzia nostrana.

Leggere Giussani

Mar 3
Senza categoria


Luigi Giussani è stato un dono nel nostro tempo, per le sue parole e per il suo spirito ardito. Al di là delle ideologie e delle economie del mondo, restano i suoi testi pieni di visionaria lucidità. Nessuno può dirsi depositario unico di un tale insegnamento che ha da essere letto e interpretato ancora.
Riferimenti: A Giussani