Vai ai contenuti

IL RAGGIO VERDE

DI ROBERTO CORCHIA

Archivio

Tag: corpo

Quale corpo?

Nov 8
Senza categoria

(…) il modo di esaltare il corpo, a cui noi oggi assistiamo, è ingannevole. L’eros degradato a puro «sesso» diventa merce, una semplice «cosa» che si può comprare e vendere, anzi, l’uomo stesso diventa merce. In realtà, questo non è proprio il grande sì dell’uomo al suo corpo. Al contrario, egli ora considera il corpo e la sessualità come la parte soltanto materiale di sé da adoperare e sfruttare con calcolo. Una parte, peraltro, che egli non vede come un ambito della sua libertà, bensì come un qualcosa che, a modo suo, tenta di rendere insieme piacevole ed innocuo. In realtà, ci troviamo di fronte ad una degradazione del corpo umano, che non è più integrato nel tutto della libertà della nostra esistenza, non è più espressione viva della totalità del nostro essere, ma viene come respinto nel campo puramente biologico. L’apparente esaltazione del corpo può ben presto convertirsi in odio verso la corporeità.

Benedetto XVI (Enciclica ‘Deus Caritas est’)

Questo nostro corpo

Gen 10
Senza categoria

Un corpo dove il soggetto si trova dissociato, dove nulla di unitario sostiene l’identità, piuttosto s’intravede la dispersione di una galassia bambina, in cui tutto ribolle.
Lettura di Michel Foucault in Biblioteca

Non c’è più un corpo in questo Raven, un solo corpo, magari quello creato dai vari discorsi sul corpo, non c’è un solo corpo oppure è plurale come plurali queste voci, in Raven di Lou Reed, in questo Raven di Edgar Allan Poe.

Un corpo ritrovato

Nov 17
Senza categoria

Questo sogno di libertà che ci prende, con Foucault, questo pensare diverso rispetto al sapere configurato, muove da altri saperi e da piaceri altri, muove soprattutto da un corpo ritrovato che non ammette alcuna codificazione. … Sono queste le riflessioni relative alla conversazione settimanale del Raggio Verde di Otranto, tenuta questa sera.