Vai ai contenuti

IL RAGGIO VERDE

DI ROBERTO CORCHIA

Risultati della ricerca

Parola chiave: vittore fiore
 
Il forte intervento dell’Assessore Regionale alle Risorse Agroalimentari Dario Stefàno nei riguardi del Ministro per l’Agricoltura, relativamente alla questione dei Piani per lo Sviluppo Rurale, porta a riflettere. Le solite lamentele contro i mancati impieghi delle risorse comunitarie da parte del Sud sono ora fatte proprie dal ministro Galan, al fine di gestire impropriamente i fondi (solo quelli del Mezzogiorno) in sede centrale, in contrasto con la normativa comunitaria.
In periodo di crisi ritorna il vecchio vizietto, sempre denunciato dal meridionalismo storico, di attribuire colpe al Sud, per giustificare in un modo o nell’altro il tentativo di depauperarlo. I gruppi di interesse che intendono mettere in atto tale manovra saranno ancora quelli definiti nella formula del blocco storico?
Per Vittore Fiore, il blocco contro lo sviluppo del Sud era vasto e variegato, e non spiegabile in termini semplicemente classisti; visto che ad esso aderivano, ad esempio, oltre ai politici e ai grossi industriali settentrionali, ai latifondisti meridionali, ecc., anche i sindacati operai del Nord (l’aristocrazia operaia di Salvemini). Mutatis mutandis, il quadro sembra lo stesso!

La storia ripulita

Set 16
Senza categoria

A margine della visita del Presidente della Repubblica in Puglia e delle polemiche che sono seguite, relative all’omissione storica dell’insensato eccidio dei giovani antifascisti baresi da parte delle truppe badogliane nel luglio ’43, qualche verso di chi, ancora dimenticato (ma non a Bari), ancora parla:


Eppure quello che abbiamo dentro
si vede: il ballo dei notabili,
per iniziarci all’obbedienza,
il disfarsi delle maschere libertarie,
le ambigue sentenze, l’inafferrabile
gorgo del nuovo potere. Aiuto, aiuto!
Ascoltiamo il ronzio di antagonisti
fasulli. Che altro possiamo imparare?
La nuova bandiera è inclinata.
Qui democrazia è un’altra cosa,
indocile materia la storica religione.

Vittore Fiore
da “Qualcosa di nuovo intorno” (89)

Un popolo senza sogni?

Gen 3
Senza categoria

Tolti al popolo italiano il sogno socialista, il sogno libertario e il sogno cristiano, è stato facile renderlo massa per la conquista da parte dell’ideologia unica del mercato. … Ora è tutto da inventare.
Riflessioni dopo la mattinata di lettura su Vittore Fiore in Biblioteca

Contronotizia (2)

Gen 2
Senza categoria

Socialista non si avvantaggia del suo importante ruolo, ma si impegna a studiare le relazioni fra la tradizione operaia e le istanze liberali e libertarie; si dedica inoltre alla critica degli atteggiamenti trasformistici presenti nella politica nazionale. … E’ avvenuto anche questo!
Mattina di lettura su Vittore Fiore in Biblioteca

La terra della vita

Dic 31
Senza categoria

Grazie all’impegno insieme agli altri, alla preoccupazione per le difficoltà in cui versa la gente, la terra del Sud tornerà a essere luogo dello spirito sì, ma anche della vita, e il canto dell’amore tornerà a risuonare. Così l’auspicio di Vittore Fiore.

Mattina di Lettura presso la Biblioteca A.Corchia

Rivoluzione della dignità

Dic 30
Senza categoria

‘Per dieci parole bugiarde non sottoscritte’ avevano rinunciato alle comodità del posto fisso nella scuola del Ventennio, mentre conosciamo gente che per un posto di assessore firmerebbe non un semplice giuramento di fedeltà, ma patti di qualsiasi tipo. Questione di dignità!
Mattina in Biblioteca sulla lettura de ‘Il male dentro di noi’ di Vittore Fiore

Dissesto e notabili

Dic 29
Senza categoria

Cede un’altra strada a Otranto, per problemi alle tubature, mentre leggiamo Vittore Fiore in Biblioteca. Tante cose narrate dal grande meridionalista sembrano ritornare: il degrado del territorio, l’abbandono, il disinteresse dei notabili, la mancanza di una crescita civile.